Tarocchi - Carte dei tarocchi

TAROCCHI

Carte tarocchi

I Tarocchi nell'occultismo tradizionale dell'Occidente, sono considerati la chiave di volta dell'intero sistema filosofico divinatorio chiamato Ermetismo. Le prime carte dei tarocchi, furono probabilmente fabbricate in metallo (lamine) o cuoio con lo scopo di usate per giocare d'azzardo (Tarocco). In seguito i tarocchi subirono mutazioni, nella forma e nel concetto: si trasformarono in un vero e proprio mazzo di carte e lo stesso significato dei tarocchi mutò. Oltre ad essere un gioco, divennero il cuore della cartomanzia.

Il Mazzo delle carte dei TAROCCHI

I tarocchi presi in considerazione in questo sito sono i Tarocchi classici o Tarocchi di Marsiglia.
Il mazzo dei tarocchi di Marsiglia probabilmente è il Tarocco più popolare e conosciuto al mondo e forse anche il più duraturo e resistente alle variazioni nel corso degli anni.
Composto da 78 carte questo mazzo di tarocchi vede l'origine del proprio nome nella città francese di Marsiglia attorno i primi decenni del 1900 con l'edizione dei tarocchi stampati da Grimaud. Prima di allora lo stesso mazzo, in quanto di origine Italiana (per la precisione Lombarda), veniva chiamato “Tarocco Italiano”.

I Tarocchi di Marsiglia a differenza del loro nome di concezione moderna, mantengono da oltre 5 secoli le illustrazioni e le caratteristiche originali delle carte, con i loro significati e simbolismi praticamente immutati. Capostipiti furono i “Tarocchi dei Visconti Sforza”.

Tarocchi dei Visconti

La struttura fondamentale del mazzo costituita da 22 Trionfi o Arcani Maggiori e 56 carte dei Semi o Arcani Minori, rimane inalterata e fedele a qualsiasi mazzo storico, indifferentemente dal luogo di provenienza.
Vero è però che nei secoli, soprattutto in Italia e nel nord della Francia oltre ai tarocchi classici, comparvero varianti regionali del mazzo dei tarocchi. Alcuni dei più famosi sono: “Le Minchiate Fiorentine”, “I Tarocchi Ferraresi o Estensi”, “Il Tarocchino o Tarocco Bolognese” “Il Tarocco Siciliano”, “Il Tarocchino Milanese”.


Arcani Maggiori

I 22 Arcani Maggiori, detti anche Trionfi o Energie, rappresentano simbolicamente la vita dell'Uomo. Sono considerate le carte più antiche pervenute fino ai nostri giorni.


Arcani Minori

I 56 Arcani Minori o semi comprendono quattro serie di 14 carte ciascuna: Bastoni, Coppe, Spade e Denari.
Nelle carte dei tarocchi francesi i Bastoni sono i Fiori, le Coppe sono i Cuori, le Spade sono i Picche, i Denari sono i Quadri.
Nelle carte dei tarocchi regionali italiane, Il Cavaliere ha sostituito La Regina e sono scomparsi l'otto, il nove e il dieci.
In quelle francesi è scomparso Il Cavaliere.

Norme e terminologia nella cartomanzia con i tarocchi

La cartomanzia segue poche regole fondamentali, semplici e apprendibili da tutti, ma di fondamentale importanza per poter effetuare una buona lettura dei tarocchi. Infatti ogni carta dei tarocchi assume un significato differente ogni volta che si mostra, a seconda della sua posizione, verso e vicinanza ad altre carte.
Lo stesso cartomante poi deve porre particolari attenzioni durante la pratica della cartomanzia, tutto deve portare a una concentrazione superiore e non a distrazioni inutili.
Vi proponiamo qui di seguito alcune nozioni basilari di cartomanzia da utilizzare con le carte dei Tarocchi.







Nomi delle carte dei tarocchi

Tutti hanno sentito parlare dei tarocchi, ma pochi sanno il nome delle carte che ne compongono il mazzo.
Ora il mazzo tipoco è composto da 72 carte ma un tempo le carte che lo componevano erano solamente le 22 chiamate arcani maggiori.

Differentemente dal resto del mazzo e dal resto delle carte da gioco comunemente conosciute, queste 22 carte dei tarocchi posseggono ognuna un nome proprio che le distingue:
Il bagatto, La papessa, L'imperatrice, L'imperatore, Il papa, L'Amore, Il Carro, La giustizia, L'eremita, La ruota della fortuna, La forza, L'appeso, La morte, La temperanza, Il diavolo, La torre, La stella, La luna, Il sole, Il giudizio, Il mondo, Il matto.

Questi però non sono gli unici nomi degli arcani maggiori, alcune di queste carte infatti hanno nomi che sono mutati con il tempo e altri che cambiano anche se minimamente da regione a regione.



fondo-tarocchi-destra